Faccio o non faccio il grande passo? Mi metto in gioco o resto fermo dove sono? Ok, sono convinto, la tento. E se poi non sono all’altezza?
Queste sono solo alcune delle mille e più domande che frullano nella testa di tutti coloro che desiderano cambiare lavoro. I motivi per cui si matura la convinzione di voler effettuare un “cambio di rotta” sono infinti. Succede però a volte di essere sicuri di aver preso la decisione giusta, ma nutrire dentro di sé dei dubbi e sentirsi come bloccati in una situazione che si fatica a riconoscere come propria.
Per non cedere al fato e rimanere in balia degli eventi il ghiaccio va pur rotto, no? Come?
Abbiamo voluto raccogliere alcuni suggerimenti per aiutarti frutto di situazioni che in più di 20 anni di Consulenza di Carriera abbiamo visto.

Creare un profilo degno di un vero professionista e avere consapevolezza delle proprie competenze è il primo passo che contribuisce ad incrementare la fiducia in te stesso e a non farti trovare impreparato nel momento del bisogno.
E ricorda: prevenire è meglio che curare. Preveniamo con professionalità!

Guardarsi intorno

Succede a volte di trovarsi in un posto di lavoro, magari occupato da diversi anni, ma non sentirsi completamente realizzati, come bloccati in una situazione che si stenta a riconoscere come propria.
Lo sconforto è del tutto lecito, ma esistono soluzioni per iniziare a guardarsi attorno e valutare le proprie capacità e competenze in relazione ad un eventuale cambio di rotta.
Come muoversi? Prendere un primo contatto con Intoo, società leader in Outplacement e Sviluppo carriera potrebbe essere un ottimo inizio.
Tramite un colloquio preliminare esiste infatti la possibilità di comprendere al meglio la situazione e le esigenze di ciascuna persona e di andare a ipotizzare un percorso su misura orientato al raggiungimento della meta.
Mettere le mani avanti è sempre un bene e il percorso con i nostri consulenti di carriera ve ne darà la prova.

In ogni caso, prendere decisioni riguardo la propria vita lavorativa ha il suo peso e la scelta finale ricadrà inevitabilmente, a seconda delle esigenze del soggetto, sull’azienda che propone il miglior compromesso. Retribuzione, location, orari di lavoro rimangono comunque fattori di cui ciascuno tiene conto nel momento della fatidica scelta.

Cambiare settore

Siamo un po’ tutti schiavi dell’abitudine, bisogna ammetterlo. Cambiare settore significa rimettersi in gioco al 100% e non tutti ne sono capaci. Convinzione e tanta grinta prima di tutto: partire carichi è la regola!
Affermare con certezza che cambiare settore sia un gioco da ragazzi non si può. Ci vuole costanza, spirito d’iniziativa e bisogna anche mettere in conto l’eventualità di fallire. A volte infatti, dopo tanti anni nel medesimo settore, le aziende non accettano di default candidature di persone provenienti da un ambito differente. Perché? Perché il background è importante e sarebbe, in un certo senso, come partire dall’inizio. Questo per dire che il cambio di settore risulta forse più semplice quando si tratta di posizioni junior. Non per questo i senior intenzionati a rivoluzionare la propria carriera devono abbattersi, ma solo essere consapevoli che il rischio di ricevere una porta in faccia esiste.
In ogni caso, il fatto di essere disposti ad intraprendere avventure lavorative all’interno di settori di mercato differenti dimostra una forte capacità di adattamento e gran voglia di accettare le sfide.

Cosa aspetti? Registrati senza impegno

Non avere paura, verrai seguito passo dopo passo dai nostri Consulenti Specializzati per Settore. Insieme formeremo un grande squadra!